Il Convergent Marketing®

Soddisfare i consumatori di oggi, sempre meno pazienti, è una sfida costante per i brand, i quali sono chiamati a dotarsi di tutti gli strumenti necessari per poter rispondere in tempo reale e far sì che i potenziali clienti non si rivolgano alla concorrenza.

Il segreto è essere presenti dove sono attive le conversazioni tra le persone, nei “luoghi digitali” adibiti al dialogo, in cui esse esprimono i propri interessi.

Pensiamo ai social media (sono 3.80 miliardi i social media users – Digital 2020, We Are Social) e alle app di messaggistica, vere e proprie finestre di dialogo con il cliente, in cui informazioni e reazioni viaggiano alla velocità della luce, o meglio del mobile!

Con la diffusione degli smartphone, i consumatori hanno iniziato a richiedere la stessa personalizzazione e istantaneità, proprie delle conversazioni reali. Secondo i dati aggiornati del report Digital 2020 di WeAreSocial, il 53,3% delle persone accede a Internet da mobile. Adeguare le proprie strategie a questi dispositivi è ormai doveroso!

Dunque, qual è la strada da intraprendere per raggiungere prospects e clienti, distinguendosi dai competitors?

Ecco che entrano in gioco le tecnologie!

Sul Gartner Hype Cycle for Artificial Intelligence, i chatbot e le interfacce utente conversazionali, cioè gli agenti virtuali, si trovano in cima al picco delle aspettative. Questo indica che il mercato è attualmente pervaso da venditori che pretendono di offrire tutto, dalla migliore tecnologia al più rapido ritorno sull’investimento, ma in ultima analisi, molti spesso non riescono a mantenere la promessa per nessuno dei due.

Per sfruttare il potenziale dell’AI conversazionale è fondamentale che le aziende facciano le dovute valutazioni e si dotino delle giuste tecnologie. Gartner prevede che entro il 2021, 1 interazione su 6 con i clienti sarà gestita “in modo artificiale”. Il mercato dell’AI conversazionale si sta dunque perfezionando. Le domande e risposte dei chatbot stanno lasciando il posto ad assistenti virtuali che, non solo si occupano istantaneamente di risolvere le richieste dei clienti 24/7, ma svolgono attività per loro conto, rendendo la conversazione più rapida e meno noiosa.

Per i clienti, un assistente virtuale è utile perché può:

  • capire le loro esigenze. Gli algoritmi che alimentano l’AI migliorano in modo esponenziale in rapporto al numero di dati acquisiti durante la conversazione;
  • distinguere più richieste nella stessa frase;
  • analizzare facilmente le domande più complesse;

Per i marketer/brand, il supporto di un assistente virtuale è indispensabile per:

  • offrire un customer service più conveniente ed efficiente;
  • generare engagement dei clienti. Sfruttando gli insights è infatti possibile segmentare l’audience e perfezionare le strategie di targeting, personalizzando l’offerta in base al profilo dell’utente e allo storico delle conversazioni;
  • strutturare comunicazioni di follow-up più adeguate e migliorare il servizio post- vendita, attraverso strategie mirate a fidelizzare i clienti o a recuperare i rapporti con quelli insoddisfatti;
  • ottimizzare le campagne sulla base delle necessità rilevate in tempo reale, mantenendo il grado di risposte errate al minimo;
  • raggiungere il cliente con il messaggio giusto, sul canale giusto e nel momento in cui è più propenso a convertire;
  • agevolare il lavoro quotidiano e concentrarsi su estro e creatività.

Il Convergent Marketing® per raggiungere i tuoi obiettivi di comunicazione

ADA, la piattaforma All-in-One per il Mobile Marketing, potenziata da soluzioni di Intelligenza Artificiale, racchiude tutti gli strumenti necessari per creare, distribuire e misurare campagne di comunicazione coinvolgenti e performanti, che sfruttano il potere di Mobile, Social Media e Intelligenza Artificiale.

Integrando fra loro questi elementi e sfruttando al massimo le potenzialità della piattaforma ADA, è possibile raggiungere l’utente con un flusso di comunicazioni digitali, che permettono ai brand di presidiare ogni singola fase del Customer Journey e trasformare un visitatore, prima in cliente e poi in ambasciatore del brand.

Previsioni 2020-2025

2020: il 25% delle operazioni di assistenza clienti utilizzerà assistenti virtuali – Gartner

2021: si prevede di investire 4,5 miliardi di dollari in agenti virtuali – Opus Research

2022: Risparmio previsto di 0,70 dollari per ogni interazione con il cliente – CNBC

2023: Consumatori e aziende per risparmiare oltre 2,5 miliardi di ore di servizio clienti – Juniper Research

2024: Il mercato globale dell’IA conversazionale dovrebbe crescere fino a 15,7 miliardi di dollari – Markets & Markets

2025: Le organizzazioni di assistenza clienti che incorporano l’IA nella loro piattaforma multicanale di coinvolgimento dei clienti aumenteranno l’efficienza operativa del 25% – Gartner

Il 2019 si è chiuso con un mercato da 4,2 miliardi di dollari e l’adozione dell’AI conversazionale dovrebbe eclissare a 15,7 miliardi di dollari entro il 2024. Un’ottima base per cavalcare l’onda del cambiamento e arricchire il patrimonio tecnologico del proprio business!